Le alte temperature favoriscono la proliferazione dei batteri nella cavità buccale e i cambi delle abitudini possono provocare l’apparizione di patologie orali come la carie o la gengivite.

Uomo sulla spiaggia beve acqua

Fattori come un aumento delle temperature, dell’esposizione solare, dell’attività sociale e della pratica di sport provocano la perdita di maggiori quantità d’acqua nell’organismo, che si vedrà costretto ad adattarsi. Perdendo maggiori quantità di acqua, diminuisce quindi anche la saliva. Infatti, in estate a tutti capita di avere la bocca più secca, non è vero?

La diminuzione della saliva, però, è pericolosissima perché altera l’equilibrio orale. Infatti, normalmente, la saliva interviene in vari processi che aiutano a mantenere la nostra salute buccale. Ad esempio, combatte i batteri “cattivi” e tampona gli acidi prodotti da essi. Così facendo, ci protegge dall’apparizione di nuove carie e blocca quelle già presenti. Inoltre, mantiene lubricati i nostri tessuti molli, ad esempio le gengive, le mucose e la lingua. Ciò, invece, evita l’insorgere di patologie come la gengivite, ossia l’infiammazione delle gengive.

Pertanto, queste situazioni buccali (carie e gengivite), insieme all’alitosi e all’ipersensibilità, sono le patologie orali provocate, indirettamente, dalle alte temperature in epoca estiva.

Quali sono gli accorgimenti da prendere in estate?

Lo so, ciò che leggerete di seguito sono cose già dette e ridette varie volte, perciò cercherò di essere breve e coincisa e di darvi dei buoni motivi per seguire questi consigli.

Innanzitutto si deve mantenere una buona alimentazione, ingerendo frutta e verdure. Ci sono molti cibi estivi che contengono una grande percentuale d’acqua e che possono mantenere idratato il nostro organismo; ad esempio l’anguria, i cetrioli, il melone. Altri invece aiutano a tenere sotto controllo i valori di glicemia nel sangue, come le fragole, i mirtilli, le more e i lamponi.

Fetta di anguria e frutti rossi

È consigliabile bere molta acqua ed evitare il consumo eccessivo di bevande zuccherate. L’acqua aiuta a mantenere idratato il nostro organismo. Le bibite zuccherate, danno solamente un sollievo temporaneo alla sete e ci spingono a bere più spesso, ingerendo così, ripetutamente, più zuccheri, cosa che produce carie più facilmente.

Inoltre, si dovrebbe cercare di mantenere invariate le proprie abitudini di igiene orale: lavarsi i denti almeno 3 volte al giorno. Dobbiamo considerare che sicuramente, se siamo fuori con gli amici o in spiaggia, mangeremo più spesso e prenderemo anche qualche gelato in più 🍧. Quindi, sgarrando dal punto di vista dietetico bisogna correre ai ripari dal punto di vista igiene per evitare l’insorgere di nuove carie.

Converrebbe, inoltre, evitare gli eccessi di alcool e non fumare. Il tabacco è un gran nemico della bocca, dato che produce vari tipi di lesioni: tumori, gengivite e parodontite, apparizioni di macchie e decolorazioni sui denti ecc.

Non bisogna trascurare i trattamenti dentali. Vi consiglio di sottoporvi sempre a un controllo e a una pulizia prima dell’estate per evitare urgenze durante le vostre vacanze.

Altri consigli sono quelli di proteggere sempre la pelle e le labbra dagli effetti del sole. Per le labbra esistono dei burrocaco ad alta protezione da applicare prima dell’esposizione solare. Lunghi periodi al sole possono provocare delle lesioni tumorali anche sulle labbra.

E nel caso di traumi dentali?

Beh, innanzitutto per evitarli, vi consiglio di usare sempre un protettore buccale se praticate sport di contatto.

Nel caso in cui, invece, si produca un forte trauma che genera l’intera fuoriuscita del dente permanente, non bisogna mai prenderlo dalla radice, ma dalla corona, la parte che si vede in bocca, per capirci. Se ve la sentite, vi consiglio di reinserirlo subito da dove è uscito. Se non siete così coraggiosi, dovete chiamare urgentemente il vostro dentista e raggiungere lo studio in 30, massimo 60 minuti. In questo periodo di tempo è necessario mantenere il dente sempre umido. L’ideale sarebbe immergerlo in soluzione salina, che si trova facilmente nelle farmacie. Nel caso in cui non riusciate a reperirlo, si può anche utilizzare il latte totalmente scremato o collocare il dente nel suolo della bocca, per bagnarlo con la saliva. Non deve mai restare asciutto, perché, altrimenti, sarebbe molto difficile reimpiantarlo. Più tempo passa, meno saranno le probabilità di successo e di sopravvivenza del dente.

Nel caso in cui vogliate approfondire il tema traumi, vi ho già dedicato un intero articolo l’anno scorso, proprio in questo periodo. Ve lo lascio qui.

Quindi, mi raccomando, prendiamoci cura della nostra salute orale anche e soprattuto in estate! E non permettiamo che le alte temperature favoriscano l’apparizione di patologie orali; possiamo evitarlo!