Come già vi avevo detto in un altro articolo, una cattiva igiene orale può essere strettamente relazionata all’infezione da Covid-19.

In questo caso però, ciò che avete appena letto nel titolo, si verifica in persone che già sono positive al coronavirus e in più soffrono di malattie gengivale, come genigivite e parodontite (piorrea).

Quindi, quei pazienti che presentano una severa infiammazione gengivale e, in più, contraggono il virus, hanno una probabilità di decesso 8.8 volte più alta rispetto a una persona con la bocca totalmente sana. Inoltre, diventa anche più alto il pericolo di complicazioni: la necessità di ventilazione assistita diventa di 4.5 volte maggiore e il ricovero in terapia intensiva sempre maggiore di 3.5 volte.

Questi dati sono stati raccolti da uno studio condotto in Qtar su 568 pazienti Covid positivi tra febbraio e luglio 2020.

“Fra i 40 pazienti che hanno avuto complicazioni, ben l’80% aveva la parodontite. La probabilità di una qualsiasi complicazione da Covid-19 è risultata 3.7 volte più alta in chi aveva le gengive infiammate con un effetto evidente in particolare sui decessi, quasi 9 volte più probabili. Questo rischio elevato è stato confermato anche dopo aver effettuato l’analisi statistica escludendo ogni fattore confondente come la contestuale presenza di altri elementi di pericolo noti, come età, diabete e fumo. Quindi i pazienti con una parodontite di stadio più avanzato avevano un rischio maggiore di complicanze rimarcando come la prevenzione e la cura precoce delle malattie gengivali proteggono dalle forme più gravi di Covid-19 e sono fondamentali per la salute generale”.

Luca Landi, presidente SIdP

Come si spiega la relazione cattiva igiene orale e Covid?

Alla relazione tra malattie gengivali e condizione sistemica generale, dedicherò un articolo a parte. Qui però, vi voglio fare un breve riassunto e spiegare l’associazione tra gengivite/parodontite e un peggioramento delle condizioni Covid relative.

Quelle persone che soffrono di malattie gengivali, hanno un’alta carica batterica nella bocca. Questi batteri, però, non rimangono confinati esclusivamente nella cavità orale; anzi, penetrando all’interno dei vasi sanguigni, sono in grado di disseminarsi per tutto il corpo. Con questo meccanismo, riescono, anche, a raggiungere i polmoni, andandosi a sommare al Covid e favorendo così una sovra-infezione polmonare.

Dall’altro lato, le persone con parodontite, presentano un’infiammazione sistemica cronica. Ciò, potrebbe renderle più suscettibili alla tempesta infiammatoria generata dal Sars-CoV-2.

Come dobbiamo comportarci?

Innanzitutto, per voi pazienti, è raccomandabile sottoporvi a controlli periodici e a un’igiene professionale una volta ogni sei mesi/un anno.

Esorto i colleghi, invece, a diagnosticare e trattare la parodontite, in quei casi in cui la patologia è già presente. Ma soprattutto a insistere sulla prevenzione, che è fondamentale!

Ricordatevi che prendendovi cura della vostra bocca, non solamente state salvaguardando la vostra salute orale, ma anche quella generale! Vuoi sapere come fare? Leggi qui sotto!

La buona salute inizia dalla bocca!!

Bibliografia

https://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=92134&fr=n