Avere denti sani è molto importante per la salute generale di tuo figlio. Una buona igiene orale aiuta a stabilire, fin da piccolo, delle corrette abitudini dentali che si protrarranno nel tempo fino all’età adulta. Per tanto, ecco qui dei suggerimenti su come pulire i dentini di tuo figlio, quando iniziare, quando farlo, con che dentifricio ecc ecc.

bambina con spazzolino

Quando iniziare a pulire la bocca di mio figlio?

L’ideale sarebbe iniziare dalla culla, prima che eruzionino i denti da latte.

igiene orale neonato

Dopo ogni poppata, passa una garza o un panno inumidito sulle gengive del tuo bambino. In questo modo, eliminerai gli eccessi di latte (che contiene lattosio, uno zucchero), eviterai che le gengive si infiammino e rimuoverai i batteri presenti.

E a che età inziare a spazzolare i dentini?

Il primo dente spunta intorno al 6 mese d’età. E appena eruziona in bocca, è giusto introdurre l’uso dello spazzolino, pur sempre manetendo la pulizia con la garza per le altre zone.

Che spazzolino usare?

spazzolini MAM® rosa

All’inizio, scegli uno spazzolino dalla testina piccola e con il manico piuttosto lungo e largo, in modo che il bimbo possa impugnarlo e che dietro ci stia anche la tua mano. Introducilo come se fosse un gioco e vedrai che il tuo bambino si abituerà e ci prenderà gusto.

Successivamente potrai passare a quello con il manico più corto, in maniera che il bimbo inizi ad usarlo solo e poi tu possa ripassare lo spazzolamento. Ti consigliamo questo set di spazzolini di MAM®.

Quando il bimbo ha superato i 3/4 anni, può passare all’uso di uno spazzolino “normale” e adatto alla sua età, che puoi trovare comodamente al supermercato.

Spazzolino elettrico Oral-B di cars

Esistono anche spazzolini elettrici per bambini. Questo tipo di spazzolini possono agevolare la loro igiene orale dato che eseguono un movimento rotatorio o oscillante che smuove con maggiore facilità la placca. Questo però non vuol dire che, con uno spazzolino elettrico, possono occuparsi della loro pulizia buccale senza supervisione.

Che dentifricio usare?

Scegli sempre un dentifricio con fluoro. Il fluoro aiuta a proteggere i denti del tuo bimbo dagli attacchi acidi generati dai batteri che causano le carie. Attua da scudo, rendendo i denti più forti e la sua applicazione topica (a livello dei denti) non porta a nessuna ripercussione.

spazzolino con quantità di detifricio secondo età

Quindi, tra i 6 mesi e 3 anni, spazzola i denti di tuo figlio un minimo di 2 volte al giorno con un dentifricio di 1000 ppm di fluoro in quantità minima, ciò vuol dire dimensioni ‘macchia’ o ‘chicco di riso’.

Tra i 3 e 5 anni, spazzolagli i denti un minimo di 2 volte al giorno con un dentifricio di 1000 ppm di fluoro in quantità ‘pisello’.

A partire dai 5 anni, spazzola i suoi denti un minimo di 2 volte al giorno con un dentifricio di 1450 ppm di fluoro in quantità ‘pisello’; approssimativamente, la larghezza della testina dello spazzolino.

Come pulire i denti?

I passi da seguire per lavare i denti a tuo figlio sono gli stessi che devi realizzare tu per completare la tua igiene orale e li puoi trovare in questo articolo.

Tuttavia, non si può pretendere che il bimbo svolga in maniera eccellente tutti i movimenti e riesca a pulire efficacemente tutte le superfici.

L’igiene orale di tuo figlio sarà quindi divisa in due fasi: la prima nella quale lui da solo si spazzolerà i denti di maniera che inizi ad acquisire l’abitudine, aumenti la sua destrezza manuale e impari come fare, e la seconda nella quale interverrai tu.

Si raccomanda infatti che fino ai 7-8 anni lo spazzolamento venga sempre ripassato da un genitore, soprattutto per pulire bene vicino alle gengive e per raggiungere i molari. A partire poi dagli 8 anni fino agli 11 il lavarsi i denti potrà avvenire in autonomia, ma dovrà comunque essere supervisionato da un genitore per assicurarsi che tutti i denti siano stati puliti con successo e durante il tempo necessario.

È importante ricordare che ai 6 anni spuntano i primi denti denfinitivi, incisivi e soprattutto primi molari. Questi ultimi spuntano dietro a tutti i dentini da latte ed è fondamentale pulirli molto bene dato che dovranno durare per tutta la vita.

Si deve usare il filo interdentale anche sui bambini?

flosser per bambini

La risposta è sì! Appena si stabiliscono i punti o le superfici di contatto (quando i denti accanto sono in stretto contatto senza presentare uno spazio tra uno e l’altro) l’uso del filo interdentale diventa imprescindibile.

Questo perchè il filo è l’unico strumento che ci permette di eliminare la placca che si accumula tra un dente e l’altro, evitando l’apparizione delle cosiddette carie interprossimali.

Pertanto, dopo aver spazzolato i denti, almeno una volta al giorno, preferibilmente la sera, il genitore deve passare tra un dente e l’altro il filo, che, per facilitarne l’uso, viene montato in manici come quelli della foto che si possono trovare facilmente al supermercato o su amazon.

Quando lavare i dentini?

L’ideale sarebbe lavare i denti 3 volte al giorno, dopo ogni pasto principale. Tuttavia, si sa che la maggior parte dei bambini pranzano all’asilo o a scuola, cosa che rende difficile la pulizia dopo questo pasto.

Diventa perciò essenziale svolgere in maniera ottimale gli altri due momenti di igiene orale. Anche se alla mattina si dispone di poco tempo, non si deve lasciar da parte il momento del lavaggio denti. Questo perché normalmente i bimbi fanno colazione con latte, che contiene lattosio, arricchito molto spesso dal nesquik, dal miele o dallo zucchero e accompagnato da biscotti, cereali o pane e nutella o marmellata. Tutti questi alimenti contengono una gran quantità di zucchero e in più hanno una consistenza appicciosa che fa sì che rimangono aderiti ai denti e disponibili per i batteri che metabolizzandoli producono acidi che generano le carie.

Lo stesso vale per le merende. Se il bimbo fa merenda a casa e consuma alimenti ricchi di zucchero sarebbe conveniente che dopo si lavasse i denti. Per scoprire la quantità di zucchero di alcuni alimenti e per avere alcuni consigli sulla dieta che può seguire tuo figlio leggi questo articolo.

Non si può transigere sull’ultimo lavaggio del giorno, quello prima di andare a letto. Dopo essersi lavato i denti, il bambino non può più bere nè mangiare nulla, a parte l’acqua. NO AL BIBERON NELLA CULLA! NIENTE LATTE E MIELE per farlo addormentare! Tutto ciò può causare la cosidetta carie della prima infanzia.

Come invogliare mio figlio a lavarsi i denti?

A volte risulta molto difficile convincere i bambini a lavarsi i denti, rappresentando questo un momento molto noioso da liquidare in pochi istanti.

Perciò, se tuo figlio fa parte di quei bamini che dicono non ho voglia o che dicono ho fatto dopo 5 secondi, leggi questo approfondimento.