Svolgere una corretta igiene buccodentale è fondamentale per mantenere sani i nostri denti e le nostre gengive. Per farlo, è importante prestare attenzione non solo allo spazzolino che scegliamo, ma anche al tipo di dentifricio.

Spazzolino con dentifricio

In generale, gli esperti suggeriscono che il dentifricio ideale deve avere, innanzitutto un’azione antimicrobica per proteggerci da carie e malattie parodontali. Tuttavia so che può essere difficile districarsi tra i tanti dentifrici presenti oggigiorno sul mercato. Quindi, che cosa si deve considerare per scegliere quello più adeguato?

Innanzitutto, iniziamo a vedere quali sono gli ingredienti presenti in questo prodotto che mettiamo continuamente in bocca; vi siete mai sofferamati a chiedervelo?

Cosa contiene il dentifricio?

  • Abrasivi (40-50%): Sono particelle solide che svolgono la funzione di pulire meccanicamente i denti. La loro azione dipende dall’agente abrasivo, dal tipo di dente sul quale agisce, dall’ambiente nel quale è incorporato, dalla durezza e dal metodo di spazzolamento.
  • Umettanti (20-30%): Prevengono la perdita dell’acqua e l’indurimento del dentifricio quando viene esposto all’aria. Sono il sorbitolo, manitolo, glicerina ecc.
  • Detergenti (1-3%): Facilitano la penetrazione del dentifricio nei depositi di placca batteriana e rendono efficaci il dentifricio sia in ambiente acido che basico e non formano precipitati con la saliva. Il più conosciuto è il Lauryl solfato sodico.
  • Agglutinanti (1-2%): Impediscono la separazione tra la parte liquida e solida del prodotto, fanno ottenere la consistenza adeguata del dentifricio, contribuiscono alla formazione della schiuma, migliorano la sensazione di benessere durante lo spazzolamento, assicurano la stabilità durante l’immagazzinamento e migliorano le qualità organolettiche.
  • Saporizzanti (1-2%): Devono avere la capacità di originare una sensazione gradevole in bocca e devono rendere il dentifricio piacevole ai consumatori. Possono essere naturali come la menta, la cannella, il mentolo e altri oli essenziali; oppure artificiali come il saccarosio, la saccarina e il ciclammato.
  • Conservanti (0.05-0.5%) e altri composti: I conservanti evitano la contaminazione del dentifricio e mantengono inalterate le sue proprietà. Altri composti che possono essere contenuti sono gli agenti ossidanti, come il perossido di idrogeno, e quelli sbiancanti, come il perossido di carbamida o il diossido di titanio.

Tipi di dentifricio

Avete una bocca sana o presentate un elevato rischio di carie? In ogni caso, scegliete un dentifricio anticarie.

L’ingrediente chiave e imprescindibile di tutti i dentifrici, e di quello anticarie in particolare, deve essere il fluoro. Questo agente ha un’azione preventiva della carie dato che aumenta la resistenza dello smalto ed evita quindi la sua demineralizzazione ed è perfetto quindi per mantenere sani i denti. Inoltre è anche in grado di remineralizzare le lesioni cariose iniziali ed è quindi indicato in quelle persone che presentano un maggior rischio di carie. Per essere realmente efficace, però, la sua quantità deve essere superiore a 1000 ppm e non superare i 1450 ppm, in un individuo sano, con basso rischio di carie. Ah, questo vale anche per i bambini. Mi raccomando, non deve mai essere inferiore a 1000 ppm, se no è come se non ci fosse!

Retro del tubetto di dentifricio con ingredienti
Qui, sul retro, è dove trovate scritta la quantità di ppm presente in un dentifricio.

In persone che presentano un alto rischio di carie, invece, il fluoro può essere presente in concentrazioni maggiori, fino a 12500 ppm. In ogni caso, questo tipo di dentifricio/gel deve essere prescritto dal dentista.

Soffrite di gengivite/parodontite? Scegliete un dentifricio antiplacca

Questo tipo di dentifricio, invece, è più mirato alla prevenzione della malattia parodontale. La sua composizione impedisce che si accumuli tartaro e che si depositi sui denti in quelle persone che presentano, ad esempio, un elevato pH. È indicato anche in quelle persone che soffrono di sanguinamento gengivale e infiammazioni della bocca.

Avete i denti particolarmente sensibili? Sceglietene uno desensibilizzante

Molte persone soffrono di sensibilità dentale e questo dentifricio è pensato apposta per loro. Gli agenti terapeutici presenti nella sua composizione sono in grado di chiudere i tubuli dentinari e diminuire quindi la dolorosa sensazione di freddo/caldo.

Può essere utilizzato come normale dentifricio o in casi di sensibilità molto forte può essere anche applicato come se fosse un gel: con un dito si spalma sui denti sensibili e si lascia agire durante qualche minuto.

Volete il tanto desiderato effetto ‘denti super bianchi?’ Quello sbiancante fa al caso vostro

Esistono moltissimi prodotti venduti come sbiancanti. Per compiere il loro obbiettivo devono però contenere particelle abrasive o sostanze chimiche che puliscono efficacemente i denti o che si uniscono alle macchie presenti sulle loro superfici per eliminarle.

Attenzione però a non scegliere dentifrici con particelle abrasive molto grandi. Queste particelle aiutano sì a rimuovere eventuali macchie ma vanno anche a intaccare lo smalto, rimuovendone lo strato più superficiale. Quindi se volete usarli, fatelo in modo parsimonioso; magari non tutti i giorni, ecco.

In ogni caso, voglio far presente che non esiste un dentifricio miracoloso! La pulizia dentale giornaliera deve essere eseguita scrupolosamente come descritto qui. Vi consiglio, inoltre, di non puntare al risparmio e di non prendere dentifrici di marche sconosciute solo perché costano meno. Dovete considerare che il dentifricio non solo serve per rendere più piacevole il momento del lavaggio denti dando un buon sapore e lasciando un alito fresco, ma funge da vero e proprio agente terapeutico.

Se avete dei dubbi e non sapete se la marca o il tipo di dentifricio che state utilizzando sia il più adatto alla vostra condizione dentale, chiedete al vostro dentista o igienista. Portate il tubetto al prossimo appuntamento e discutetene insieme. Vedrete che alla fine riuscirete a trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze.