donna in gravidanza sulla poltrona dentistica

La donna, durante la gravidanza, sperimenta molti cambi fisiologici, inclusi cambi nella cavità orale che potrebbero compromettere la sua salute buccale. Per tanto, è fondamentale che capisca che deve rinforzare la sua igiene orale e che sottoporsi a cure dentali è importante e sicuro.

Possibili problemi relazionati con la salute orale

  • I cambi ormonali durante la gravidanza possono originare una risposta infiammatoria esagerata contro i batteri. Le gengive possono diventare rosse, infiammarsi e sanguinare (gengivite). Si può anche aggravare un quadro di parodontite preesistente fino ad arrivare a perdere un dente.
  • I suddetti cambi ormonali e alcuni medicinali possono produrre xerostomia (diminuzione del flusso salivare) che fa sì che i denti diventino più suscettibili ai batteri, che si soffra di alitosi e si abbia difficoltà di deglutizione.
  • L’acido del reflusso gastrico e dei vomiti frequenti possono generare erosione dentaria. Inoltre il mangiare prodotti zuccherati per soddisfare le voglie aumenta il rischio di carie.
  • Esiste una certa evidenza scientifica che relaziona la parodontite avanzata con parti pre-termine, basso peso alla nascita e pre-eclampsia (Daalderop 2018; Manrique-Corredor 2019).
  • Esiste anche evidenza della trasmissione di batteri cariogenici da parte della madre al figlio attraverso la saliva. La madre è la maggior ‘donatrice’ di batteri, quindi è imprescindibile che non siano presenti carie non trattate nelle sua bocca (Ly 2005).

Patologie principali

molare inferiore con carie

Carie dentale

L’acidità aumentata nella bocca, conseguenza della minore salivazione e dei reflussi gastrici, l’aumento del consumo di alimenti e bevande zuccherate e la diminuzione delle pratiche d’igiene possono aumentare il rischio di carie.

bocca con gengive infiammate e rosse

Gengivite da gravidanza

La risposta infiammatoria aumentata contro la placca batteriana può causare gengive infiammate e sanguinanti. Una corretta pratica di lavaggio denti e pulizia interdentale riduce la gengivite.

denti con tartaro e radiografia con perdita ossea

Malattia parodontale

La gengivite non trattata può dar origine alla parodontite nella quale già esiste affezione dell’osso e delle strutture di sostegno del dente. Può quindi causare dondolamento e perdita dello stesso.

gengiva con epulide gravidico

Epulide gravidica

Capita approssimativamente nel 5% delle gravidanze. È il risultato di una risposta infiammatoria esagerata contro i microorganismi patogeni orali e normalmente scompare senza trattamento dopo il parto.

arcata dentale superiore con denti erosi

Erosione dentale

L’erosione dentale è un difetto cronico ed acquisito dello smalto e si deve ad una causa chimica. Concretamente nella donna incinta il maggior rischio deriva da vomiti frequenti, concentrati soprattutto nel primo trimestre. Coinvolge principalmente la superficie palatina degli incisivi superiori.

gomme, colluttorio, spazzolino e dentifricio

Prevenzione dell’erosione

Sciacqua la bocca con acqua dopo il vomito, la puoi anche mischiare con un cucchiaino di bicarbonato.

Aspetta 30 min. prima di lavarti i denti con un dentifricio con fluoro.

Mastica gomme con xilitolo per stimolare la produzione di saliva.

Prima di andare a letto fai degli sciacqui con un collutorio senza alcool e con fluoro (0.2%).

Radiografie in gravidanza

La diagnosi radiografica è un aiuto importante per il trattamento dentale ed è considerata sicura per la donna incinta. L’esame radiografico infatti richiede un’esposizione alle radiazioni molto bassa, per tanto il rischio di effetti nocivi è minimo. Per ridurli ancor di più, il dentista userà delle precauzioni come proteggere il collo e l’addome della donna con un grembiule piombato. Per tanto, sì alle radiografie alle donne incinta, se servono per il corretto svolgimento del trattamento, invece, da rimandare sono le rx di controllo. American Dental Association, U.S.Food and Drug Administration. The Selection of Patients for Dental Radiograph Examinations.

Trattamento dentale durante la gravidanza

Il trattamento dentale non deve postporsi durante la gravidanza. I benefici ottenuti sono di molto superiori ai possibili rischi. In caso di dolore, infezione o urgenza, il trattamento può essere eseguito in qualsiasi trimestre. Se invece si tratta di un trattamento rutinario, sarebbe conveniente svolgerlo durante il secondo trimestre. In ogni caso, il trattamento della carie è raccomandato per ridurre i livelli batteriani orali ed evitare così la trasmissione salivare al neonato.

Per tanto, se stai progettando di rimanere incinta o l’hai appena saputo, non esitare a contattare il tuo dentista, che saprà assisterti e consigliarti ciò che è più adeguato per la tua e vostra salute. Abbi fiducia in lui e non aver paura di sottometterti a cure dentali, la cosa migliore che puoi fare per tuo figlio è avere una bocca sana per potergli regalare dei sani sorrisi.

Se hai ancora qualche dubbio o delle domande, prova a vedere se trovano risposta nella nostra sezione FAQs sulla gravidanza.